LA MIA OPINIONE SU QUELLA “GRANCULO DI CENERENTOLA”

Cenerentola. Sì esatto, questo blog porta proprio il suo nome. Se vi state chiedendo il perché l’arcano è subito svelato. Lei era perfetta. Tremendamente perfetta.

Aggraziata, carina, moderatamente chic e deliziosamente buona. Talmente perfetta da essere diventata, nel tempo, l’idolo di migliaia di ragazzine. Tipo Justin Bieber. O i One Directions!

Perfetta a tal punto da diventare il titolo di un blog. Il mio.

Io la adoravo. Ad un certo punto però, crescendo, (e accumulando dosi di sfiga esponenziali…ma questa è un’altra storia 😉 ) ho iniziato a sviluppare una stranissima empatia per un’altra figura della fiaba: quella delle sorellastre. Sì proprio loro: Anastasia e Genoveffa. Avete mai provato a mettervi nei loro panni?

 Blog tutto al femminile curato da Linda SabbadinProbabilmente no, perché il nostro senso morale ci impone di affezionarci sempre alla protagonista più sfigata. Ma scusate, le sorellastre non erano sfigate? Chi più di loro?

So che probabilmente non ci avrete mai pensato, ma state un po’ a sentire 😉Blog tutto al femminile curato da Linda Sabbadin

Prima di tutto la natura con loro non è stata generosa. Cenerentola era bellissima, loro erano aggraziate come uno scaricatore di porto e proporzionate come una musa di Fernando Botero. I loro culi erano praticamente una regione a statuto speciale,  mentre la “povera” Cenerella si ritrovava un fisichino da grissino e un portamento che Kate Moss in confronto è una dilettante.

Kate Moss-Calendario Pirelli

Loro però sono una forza, perché sono in coppia, vi sarà capitato di pensare. Insomma, sono sempre due contro una.

Ma dico: voi avete un’idea di che cosa voglia dire crescere con una sorella che ha praticamente la vostra stessa età? Le liti, la competizione, i capelli strappati perché si vuole giocare con la stessa bambola. Diciamocela, non deve essere stato facile. Né per loro, né per la loro madre, che si ritrova vedova, cessa, e con due sgorbie da crescere da sola.

Rimaste sole solette quindi, Genoveffa e Anastasia, incazzate nere con Madre Natura, pensano di vivere una vita tranquilla e agiata, ma attenzione, perché improvvisamente arriva lei.

È un po’ come quando avete un nuovo fidanzato e all’improvviso spunta la sua ex: magra, alta, bionda, dai modi smielatamente vezzosi. E pure intonata. Una tro….ehm…una Cenerentola 😉

Immaginate che significa, per due con la grazia di una scopa di paglia, vedere girare per casa, ogni minuto, questa creatura eterea che riesce ad essere figa anche con degli stracci e un mocio Vileda ante litteram.

Blog tutto al femminile curato da Linda Sabbadin

Così, per cercare un lievissimo picco di autostima, le sorelle più famose della storia delle fiabe la lasciano nella cenere  in mezzo ai topi, ma lei è così maledettamente simpatica che pure i topi diventano suoi amici. Amici a tal punto che le cuciscono un vestito meraviglioso per andare al ballo. Già, perché nel frattempo il Principe Azzurro cerca moglie. Anastasia e la sorella però, sanno perfettamente come va il mondo, e soprattutto come vanno gli uomini 😉

Sanno benissimo che a loro piacciono quelle bellissime, e, conscie che anche il Principe Azzurro

Blog tutto al femminile curato da Linda Sabbadinnon faccia eccezione, sanno di essere parecchio svantaggiate rispetto all’intrusa.

Che fare quindi se non strappargli il vestito cucito dalle sarte-topine?

Io, sinceramente, al posto loro, non avrei visto altre alternative, soprattutto dopo aver scoperto, tra le altre cose, che il vestito che le regala cotanta figaggine è fatto con tessuti che appartengono a me e a mia sorella, e che ci sono sono stati inculati con cotanta nonchalance 😉

Potete dargli torto? Volevano solo un Principe, come tutte.

Una volta strappato il vestito devono aver pensato: fatta. La perfettina è fuori gioco.

E invece no.

Della serie le stronze ritornano, Cenerentola ha una botta di culo non indifferente e una fata Turchina le appare e la agghinda dalla testa ai piedi (ops… piedini).

Il principe, manco a dirlo, dopo una conversazione approfondita e dopo aver testato che la bionda ha pure un gran cervello ed è una laureanda in astrofisica, si innamora di lei perdutamente e, nonostante la fuga di mezzanotte, vuole sposarla.

Ora, consci del fatto che il Principe Azzurro è uno sfigato cosmico, e che Cenerella era probabilmente la prima ragazza a cui dava la manina, io mi domando come fai a voler sposare una che ha palesemente rifiutato un tuo bacio e che, appena ti sei avvicinato, è fuggita come se avesse visto Cristiano Malgioglio. Non è che magari t’è venuto il dubbio di non piacerle? Di avere l’alito che non sapeva proprio da mentina? O di essere il mezzo per una scalata sociale? 😀

Però gli uomini sono testardi, lo sappiamo, e così il bel principino dà ordine di cercarla per tutto il regno.

Certo…se avesse saputo che poteva twittarla…ci saremo risparmiate tutta la seconda parte del cartone 😉

Blog tutto al femminile curato da Linda Sabbadin

Ora, mettetevi di nuovo nei panni delle sgorbie.

Venite a sapere che il Principe del vostro Regno cerca moglie e vi invita ad un ballo. Chissà quanti giorni avranno passato a scegliere l’abito giusto: quello che non ti segna ma che ti fa risaltare le curve, quello che è appariscente ma non volgare. I soldi spesi, le notti passate a sperare. E poi l’acconciatura, il trucco, la ceretta (già, perché non si sa mai).

Tutto questo casino per poi vederselo fregare sotto il naso da quella snob stracciosa che ti ronza in casa tutto il giorno e che non ha fatto nemmeno una prova trucco. Sì perché la fata, mandata dal cielo direttamente da Coco Chanel,  in “men che non si dica” le fa un capolavoro sexy da morire. Scordatevi l’abito lungo e i tre metri di velo colore del cielo: una castissima balla. Cenerella si sarà presentata mezza nuda. Con tanto di mercanzia in vista 😀

Ecco, io penso che l’avrei uccisa.

Ma loro, magnanime, non arrivano a tanto, e così, il fatidico giorno, “Lady Perfezione” viene semplicemente rinchiusa in soffitta. Cenerentola però, con un’altra botta di culo viene liberata dai topini, proprio mentre le sgorbie tentano un ultimo disperato tentativo di vivere felici, provando ad entrare in quel 35 di scarpetta. La sfiga però vuole che Genoveffa e Anastasia abbiano un piede da camionista, ed entrare in un 35 quando hai un 45 e mezzo si rivela un’esperienza traumatica.

Blog tutto al femminile curato da Linda Sabbadin

La scarpetta ovviamente non entra e la casa diventa un caos primordiale.  Il Granduca Monocolao ci vede quanto un bradipo ed alterna stati di coscienza ad altri di semi-incoscienza, entrando in trans un minuto sì e quello dopo pure, roba che manco Giucas Casella!  Il suo assistente non è da meno, e ogni 3 per 2 perde il parrucchino che stende con cura sul pavimento come fosse pasta sfoglia da modellare col mattarello!

Blog tutto al femminile curato da Linda Sabbadin

Cenerentola, manco a dirlo, riesce a sfruttare i minuti preziosi che i due efficientissimi assistenti del re perdono e, con un culo grande come l’aeroporto di Malpensa,  scopre di avere in tasca proprio l’altra scarpetta. Ma guarda un po’ te che botta de culo 😉

Happy Ending? Ma neanche per sogno. Ma ve l’immaginate un matrimonio tra due che si sono visti una volta e manco si sono dati un bacio? Ma fatemi il favore. Cenerentola oggi come oggi sarà sicuramente tornata single e il principe sarà a spassarsela in giro per il regno con qualche princip…escort 😉

Ben gli sta a quella perfettina.

E le nostre due amiche? A voi la scelta. Io in loro rivedo un po’ me stessa.

Questa è l’anima del mio blog. Per tutte noi che non siamo perfette…per quelle che il principe Azzurro l’hanno conquistato con fatica ( e con altrettanta fatica e pazienza cercano di tenerselo) e chi invece, come me, di Azzurro ha solo le due, maledettissime, spunte di WhatssApp 😀

Annunci

13 pensieri su “LA MIA OPINIONE SU QUELLA “GRANCULO DI CENERENTOLA”

  1. Hai espresso in questo post tutto quello che ho sempre pensato io.
    Cenerentola? Quella piccola buonista perfetta? L’ho odiata dal primo momento. Chi è la perfetta malata di mente che non reagisce a mille soprusi e che, nonostante le poche ore di sonno e i vestiti da piccola fiammiferaia, risulta sempre perfetta? Perché anche lei non si trovava le mille occhiaie e la pelle spenta che hanno le ragazze normali dopo una notte insonne?
    Fossi stata in lei sarei impazzita dopo 5 minuti. Avrei spaccato la scopa in testa alla matrigna, avvelenato la colazione delle sorellastre, piazzato trappole per topi in tutta la casa e sarei andata ad ogni festa organizzata nei quartieri limitrofi. Ma lei no! Lei sopportava di tutto e in più e rimaneva perfetta, con i suoi capelli perfetti, la sua voce perfetta e il fisico perfetto. Come dare torto alle sorellastre? Chi vuole un’eterna ottimista per casa? E che due palle.
    Potere alla cattiveria femminile!

  2. stupendo, veramente. Io non ci avevo mai pensato ma adesso che ci rifletto è vero. Cenerentola effettivamente era una grande rompipalle con tutta la sua perfezione e il suo buonismo regalato. Le sorellastre sono state anche troppo buone.. 😀

  3. Accidenti, non hai tutti i torti, sai?? povere sorellastre alla fine avevan ragione loro! complimenti x l’articolo, spero di vederne presto altri!

  4. Ciao, siamo Anastasia&Genoveffa su FaceBook!
    Ciò che hai scritto riflette esattamente quello che abbiamo sempre pensato: noi siamo le normali ragazze di oggi che non possono neanche permettersi di sognare, che il tempo ha reso scontrose, cattive e, perchè no, anche brutte.
    Ma non è tutto! Non so se hai mai visto CenerentolaII.. Ancora più crudele! La matrigna trova la bacchetta della madrina e fa innamorare il principe di Anastasia. Tutto il lato tenero dela sorellastra dai capelli rossi viene fuori a tal punto che riesci ad affezionarti a lei.
    E poi? BUM, l’incantesimo si spezza, il principe torna da Cenerentola e la povera Anastasia sconsolata si accontenta di un rimpiazzo.

    • Care, bellissime sorellastre. ma quante versioni di Cenerentola II ci sono???? No perchè io l’ho visto proprio l’altro giorno il seguito.. e ci ho dedicato un post proprio oggi, in cui Anastasia si innamora di un fornaio grassottello e lo conquista con l’aiuto della “perfettina”. é quello di cui parlate voi???

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...