C’era una volta…in un paese vicino vicino!!

È veramente tanto che lavoro a questo post. Insomma, il primo anniversario della singletudine di Cenny mica è roba da poco 😉

Quindi pensavo: “Che scrivo? Di quanto sono felice? Di quest’anno passato? Di quanto mi sono divertita?”

Scrivo che non appena sulla mia posta arriva una mail da WordPress è come se avessi vinto all’Enalotto? Oppure mi dileguo in una serie di ringraziamenti strazianti facendone un post passa- “tempo”??

Poi ho pensato: “Ma questo blog…di chi è?”

E la risposta è stata: “Vostro”

Sostanzialmente il blog non sono io. Io sono solo quella che lo gestisce, che carica gli articoli e dà loro una forma sensata. Ma non sono io che scrivo, è quello che vedo ogni giorno che mi parla, e io lo traduco qui.

Siete voi che mi ispirate, e io mi voglio ispirare come la bambina della pubblicità della Barilla, che da grande si vuole ispirare anche se non sa cosa voglia dire!

Non mi importa quante sarete: se sarete una, nessuna o centomila. Sappiate che per me ogni commento è prezioso, così come ogni singola visualizzazione, ogni singola risatina che so che farete. Mi pare quasi di vedervi a volte. Dietro lo schermo, mentre sorridete per qualcosa che io ho scritto io.

Io, timidona che riesce ad essere così disinvolta solo se davanti ha questa barriera che chiamano schermo.

Ad ispirami durante quest’anno quindi, siete state voi. Ed è per questo che voglio che oggi sia la vostra festa. La festa di tutte le persone normali come me, come voi.

Non mi stancherò mai di dirlo, ma qui non si parla della figlia di papà bocconiana con i capelli a Raperonzolo che passa sopra tutte le altre per avere la promozione. Si parla di come vi sentite voi quando quella stronza vi sta calpestando con le Manolo Blahnik.

Non si parla di quella che alle scuole medie vi prendeva in giro perché voi avevate i baffi e lei un unico pelo biondo sull’intero corpo. Qui si parla dei vostri baffi 😉

Si parla di voi: che siete normali. Ed è per questo che non si parla di Cenerentola esaltando la sua storia. Perché l’obbligo è di NON parlare di quelli che hanno avuto il lieto fine.

Qui si parla del percorso tortuoso che affrontiamo ogni giorno per conquistarcelo. Ed ogni giorno è maledettamente normale, fatto di routine che sembrano non cambiare mai. Che lo facciamo in tacchi o ballerine, sempre tortuoso è.

Monocolao non suonerà mai alla porta per invitarci ad un ballo. Al ballo dovremmo imbucarci noi: con l’astuzia, la fantasia, qualche sotterfugio. Il lieto fine è un castello che va costruito. E Cenerentola è tutto un dire, perché il castello perfetto c’è già sulla prima scena.

“C’era una volta, in un paese lontano lontano…”

Ecco, questa è una frase che mi fa rabbrividire. Perché il paese dove le fiabe hanno un lieto fine dev’essere per forza lontano lontano?

Non sarebbe più bello: “C’era una volta…in un paese vicino vicino…”

Vicino a noi, raggiungibile a piedi, senza carrozza, senza topini che qualcuno deve trasformare in cavalli. Il nostro paese, la porta accanto.

Ma si sa che la ragazza della porta accanto fa sempre più fatica delle altre. Ed è di lei che vi ho sempre parlato durante quest’anno. Ecco, io sono proprio quella ragazza. Solo che non sono accanto, ma dietro ai vostri schermi.

Quindi guardate bene questo schermo. Adesso chiudete gli occhi , soffiate forte ed esprimete un desiderio. Dicono che il giorno del compleanno si avveri. Lo spero. Perché in fondo i sogni…son desideri.

Un bacio grande a tutte…

…con affetto immenso

Linda-Cenerentola

 

Annunci

18 pensieri su “C’era una volta…in un paese vicino vicino!!

  1. Accidenti…..sai sempre dire la cosa più giusta o guardare una situazione da un lato completamente nuovo! anche per il primo compleanno del blog, hai fatto un post bellissimo senza sembrare sdolcinata o fredda o una mezza esaltata ;)! da parte mia posso dirti che spero di leggere ancora tante cose, tante situazioni e tante battute qui! e visto che il compleanno è di tutti facciamoci tanti auguri di vero cuore!

    • Ti piace davvero???? Ahhhhhh…che sollievo. Sul pc ho circa 10 versioni diverse di documenti Word di questo post. Non sapevo quale scegliere. Poi nessuna mi soddisfava. O troppo triste, o troppo piena di battutine. O troppo da attrice consumata agli Oscar 😀
      Spero di aver trovato una buona via di mezzo!!!
      Grazie mille! Un bacio :*

  2. ♥ ma allora ti faccio tanti auguri cara e spero che i tuoi sogni si realizzeranno come nelle fiabe.. qualcuno ha detto “se puoi sognarlo, puoi farlo” e allora in questo anno sei riuscita a mandare avanti un blog con tanti lettori che entrano nel tuo mondo… spero che riuscirai a portarlo avanti con la stessa perseveranza dimostrata finora… mi piacciono i compleanni 🙂

    • Grazieeeeeee!! Cercherò di fare senpre del mio meglio e di non deludere MAI le aspettative 😉
      Per me avere qualcuno che mi legge è già un piccolo sogno che si realizza. L’ho sognato…e l’ho fatto 😉
      Mmmm…mi pare che questa frase meravigliosa sia di un certo Walt Disney. Ah lui si che era un vero principe azzurro. L’uomo dei sogni ^_^
      Un bacio grande e grazie ancora :*

  3. Buon compleanno a noi?
    Eh no Cenny, così divento vecchietta troppo velocemente… 🙂
    Il tuo post mi fa pensare a Kennedy… chetelodicoafà! 🙂 Brava comunque! Da vecchietta Kennediana ti dico che sai far colpo…

    • Mamma mia hai ragioneeeeeeeeeeeee. Oh ma sai che non mi era manco passato per la testa che facenvovi festeggiare il comple vi avrei dato un anno in più a tutte?? AHAAHAHHA..Ho commesso una leggerezza veramente IMPERDONABILE 😦
      ……E in Italia aumentò l’invecchiamento della popolazione per colpa di una scema 😉
      Felicissima di averti colpito. Veramente!
      Un bacio :*

  4. Forse, e dico FORSE (!) riuscirò a pubblicare un commento senza scriverlo due volte… ogni volta mi dimentico come si fa… (sarà la vecchiaia ehehehehhe) -per sicurezza alla fine me lo copio (mi fanno un baffo a me le genialate!)-
    Comunque, dicevo…
    ….
    … che dicevo?

    boh, ricominciamo….
    io cara Linda ho soffiato sullo schermo non pensando che magari chi è accanto a me potrebbe notare il gesto come sintomo di instabilità mentale, ma ormai l’ho fatto pure ad occhi chiusi e spero tanto che il mio desiderio si realizzi ^_^
    – sono scontatissima ho chiesto di vincere al superenalotto eheheh così saprò anche come pagare l’ordine di fitocose…-

    Apparte gli scherzi è un post scritto con il cuore e mi piace molto come sempre 🙂

    però una cosa mi ha lasciata sconcertata GIURO: ti sei scritta 10 volte questo post in modo diverso?!?!?!?!?!?!?!?!?!?!??!?
    WOW. davvero O____O
    certo che devi essere una perfezionista tu eh…

    ok, cmq ho finito le cose scema da dire, anche questa volta, per fortuna direi eheh adesso è il momento di pubblicare incrocio le dita che forse ce la faccio ^_^

    • Tu devi smetterla di farmi sbellicare dalle risate!!! O vuoi vedermi sbattuta in prima pagina in quanto morta dopo rovinosa caduta dalla sedia??
      Sì..se continui così..un bel giorno, anzi..un bel commento..cadrò dalla sedia ridendo all’indietro a mo’ di Raffaella Carrà.
      Però ormai un post..che post è..senza il tuo commento????? :* :*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...