…PERCHÉ IO STO CON GLI SFIGATI…

Alle medie ho avuto un periodo “Nerd-Girl” non indifferente.

Mia madre (sì sempre lei, la Matrigna Cattiva), mi aveva convinta con un ricatto psicologico ai limiti del subliminale, a tagliarmi i capelli a spazzola. Non so che gusto ci trovasse ad avere una figlia più sgorbia di Genoveffa, fatto sta che mi convinse e il giorno dopo, a scuola, in mezzo ad una giungla di dodicenni senza pietà, io ero diventata, letteralmente, lo zimbello della seconda B.

Ero ufficialmente una sfigata.

Il mio percorso sfiga però era iniziato molto prima. Era un’altra seconda, ed ero alle elementari.

I bambini sanno essere adorabili quanto spietati, e quando in classe hai una compagna che porta un apparecchio al palato che la fa sputare più di un impianto di irrigazione, la prendi in giro finchè non ti si corrodono le corde vocali.

Ho odiato le elementari più di qualsiasi altra cosa al mondo.

Ogni giorno altro che scarpetta, io perdevo proprio la dignità 😉

Tranquilli, l’evoluzione darwiniana ha fatto il suo corso anche su di me, e ora sono una ragazza normale.

Credo però che tutto ciò abbia influito sul fatto di farmi diventare la Sailor Moon dei poveri, e di schierarmi sempre dalla parte dei più “sfortunati”.

Io sto dalla parte dei timidi, di quelli con gli occhialetti che vorrebbero dichiararsi alla più bella della scuola ma non ne hanno il coraggio, di quelli che hanno un mondo dentro ma non hanno il coraggio di tirarlo fuori.

Sto dalla parte degli innamorati non corrisposti, dei duri che alla fine hanno un cuore di gomma con cui potresti cancellare ogni cosa brutta, di quelli che in mensa si siedono da soli.

Sto dalla parte del secchione che viene preso in giro perché è troppo bravo, e dalla parte di quello scarso che studia tanto ma non ce la fa.

Sto con il bambino che appena esce dalla gelateria gli cade a terra il cono gelato, con la ragazza dei telefilm americani che viene lasciata da sola davanti all’armadietto, con quelli dell’ultima fila.

Sto con quelle imperfette che hanno lo smalto sbavato, il ponte di Brooklyn in mezzo ai denti, la riscescita della tinta, i maniglioni dell’amore anti-panico.

E non è per fare del buonismo sgangherato. È più forte di me.

Io tifo Willy il Coyote. Perché Bee Beep è uno stronzo. E non è possibile che la spunti sempre mentre il povero Willy ci rimedia solo bernoccoli. Ma lui mica si arrende.

Io tifo Tom. Perché Gerry mi sta antipatico. Ed è pure brutto.

Io tifo Taddeo, il cacciatore di Bugs Bunny. Perché è talmente sfigato che nessuno sa nemmeno il suo nome, e io ho dovuto googlare “cacciatore di Bugs Bunny” e finire su Yahoo Answer per scoprirlo.

(È pazzesco. Qualsiasi domanda ti stia frullando per la testa, qualcuno, su Yahoo Answer, l’ha già fatta prima di te) 😀

Io tifo gatto Silvestro. Perché è un figo. E per guadagnarsi la pagnotta ci deve mettere l’anima, perché la crisi economica probabilmente ha colpito anche lui.

Io tifo l’ispettore Zenigata. Perché è simpatico. E si è dato un obiettivo: catturare Lupin. Ed è talmente felice del suo scopo che nella puntata in cui riesce a metterlo finalmente in prigione piange perché sente di non avere più un obiettivo. Fare della propria sfiga una ragione di vita è da tosti.

Io tifo Crilin. Perché muore ogni puntata. E perchè lui non diventerà mai Super Sayan. Però alla fine si sposa quella figa di C18.

Io tifo Pippo. Goffo, contadino, smemorato e perseguitato dal tormentone: “Se Topolino si fa le topoline, Paperino le paperine..Pippo?? Che si fa???” 😉 Forse Pippa Middleton??

Gli sfigati sono fighi, e spesso hanno una doppia vita che noi non immagineremo mai.

Come Paperino, un pasticcio vivente che di notte diventa un supereroe: Paperinik. Se lo sapesse Paperina gli salterebbe addosso. E invece fa anche la preziosa.

Invece Topolino e Minnie…che palle. Gettonati e felici. Non funziona mica così 😉

E sapete che vi dico? Io tifo anche la strega di Biancaneve. Perché chissà che calo di autostima quando vieni a sapere che la più bella del reame all’improvviso non sei più tu ma ‘na pazza con i capelli a scodella che parla con gli uccelli. Una maniaca che quando arriva dai nani si mette a fare le pulizie; roba che neanche mia madre tra poco.

E poi volete dirmi che da sola, con  7 “uomini”, non ha mai fatto nulla?

Sarò maliziosa ma onestamente ci credo poco 😉

Annunci

10 pensieri su “…PERCHÉ IO STO CON GLI SFIGATI…

  1. Oddio Biancaneve “pazza con i capelli a scodella e che parla agli uccelli” è meravigliosa!!!! Ho riso sola davanti al pc come una demente!

  2. Se ti può consolare io di apparecchi per i denti ne ho dovuti portare addirittura 4! E uno era quello che ti fa sembrare un giocatore di football. Si, cazzo. Quello grazie al quale potevo essere benissimo scambiata per un’antenna parabolica. Quindi ti lascio immaginare quanto possa essere stata traumatica la mia infanzia/adolescenza tra apparecchio, brufoli, piatta come una tavola da surf e con il classico taglio a caschetto sfigatissimo (maledetto sia colui che l’ha inventato!).
    Il risultato di ciò è che ora sono diventata una maniaca dei denti e, da quando ho preso in mano la mia vita, i miei capelli sono risorti e ora sono lunghi e fluenti. Il mio seno si è risvegliato dal sonno letargico nel quale era precipitato e la mia pelle ha un aspetto quasi normale.
    Purtroppo io non sono diventata la paladina degli sfigati..tutt’altro. Già da piccola adoravo i cattivi (Malefica, Jafar, Iago, Yzma, Capitan Uncino). Ovviamente anche io ho i miei personaggi buoni preferiti! La sirenetta e Aurora rimarranno sempre nel mio cuore 🙂
    Il punto è che sono naturalmente predisposta alla cattiveria.
    Quando vedo una con 3 metri di ricrescita, non riesco a non pensare: “CRISTO! Ma vai dal parrucchiere! Te lo pago io, ma vacci!”.
    Saranno stati i miei anni di sfigaggine a ridurmi così? O i miei genitori mentalmente disturbati? Opto per la seconda opzione.
    Ah! Se ti può rincuorare Titti non è mai piaciuto neppure a me 😉

    • Ah ah ah ah ah ah..che ridere 😉
      Guarda..se dici facciamo metà soldi io e te per pagare la tinta alle nere che si tingono biondo platino ma vedono la parrucchiera una volta al mese 😉
      Per quanto riguarda il tuo apparecchio mi hai fatto venire in mente Jhonny Deep sulla “Fabbrica di cioccolato”…hai presente??? Dimmi che era così il tuo..perchè se così fosse tu sei proprio la “RIVINCITA DI TUTTE NOI PRE-ADOLESCENTI SFIGATE” 😀

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...